La colazione americana è conosciuta in tutto il mondo per essere un vero e proprio pasto completo gustoso, succulento, non proprio leggero ma decisamente invitante.
C’è veramente di tutto: dalla carne, alle uova, al dolce e chi più ne ha più ne metta.

Gli americani sono dediti a fare queste super colazioni mattutine perché, di norma, difficilmente riescono a rientrare a casa per pranzo e allora, facendo una colazione così abbondante, sono sazi fino allo spuntino delle 7.
Noi italiani siamo un pò restii all’idea di abbandonare il nostro caffè e cornetto al mattino ma, delle volte, può essere divertente e utile provare anche i sapori di nuove culture.

Vediamo allora cosa bisogna fare per preparare una colazione americana.

Proteine : Bacon pancetta e salsicce

Il primo passa da fare per preparare una vera e propria colazione americana è quello di iniziare la giornata con bacon, pancetta e salsicce.
Potete anche solo scegliere una di queste pietanze ma, bacon e pancetta sono decisamente indispensabili.

Vi basterà cuocere in padella con un pò di burro e il grasso rilasciato dalle carni stesse.


Fidatevi, è una vera delizia.

Uova

uova

Altro ingrediente necessario per preparare una colazione americana sono le uova.
Le uova strapazzate, alla coque o come preferite ma, devono essere necessariamente presenti sulla vostra tavola per una vera e propria colazione americana.

Si presentano, di norma, nello stesso piatto in cui decidete di servire il bacon. Ma se preferite separarli nessuno ve lo impedisce.
Le uova tipiche di una colazione americana sono quelle strapazzate, molto semplici da preparare perché vi occorrerà semplicemente prendere le uova, aprirle all’interno di una casseruola con un goccio d’olio e girarle rapidamente fino a fine cottura. Come a volerle frantumare o, come suggerisce il loro nome, strapazzare.
Quelle alla coque, invece, a differenza di quelle strapazzate dovrete cuocere l’uovo per interno. Prima lavate il guscio con acqua e bicarbonato, poi in un pentolino portate ad ebollizione l’acqua necessaria e, quando inizia a bollire, immergete l’uovo per 3 o 4 minuti ( a seconda del gusto, se volete un uovo un pò meno liquido lasciatelo per 4 minuti). Trascorso il tempo desiderato, passate l’uovo per qualche secondo sotto l’acqua fredda e poi servitelo in tavola con un portauovo. Incidete dall’alto e mangiate con un cucchiaino.
Potete anche scegliere semplicemente di farle ad occhio di bue. Aprite l’uovo in una pentola con un goccio d’olio e lasciate cuocere per pochi minuti.

Pancake

pancake

Altro classico della colazione americana sono i pancake. Soffici e morbidi pancake che oltre ad essere super gustosi donano un meraviglioso profumo a tutta la cucina.
Preparare i pancake è veramente molto semplice, l’unica difficoltà (se così si può chiamare) sta nel preparare l’impasto.
Per 4 persone avrete bisogno di :

  • 200 g di farina
  • 250 g di latte
  • 2 uova medie
  • 30 g di zucchero semolato
  • 30 g di olio di semi
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • burro per la cottura
  • frusta elettrica
  • spatola
  • padella antiaderente

Preparare i pancake è veramente molto semplice. Dovete innanzitutto dividere i tuorli dall’albume e, con l’aiuto di una frusta elettrica montate gli albumi a neve. Mettete da parte.
In una seconda ciotola sbattete i tuorli con l’olio e il latte. Unite a questo impasto liquido la farina setacciata, il lievito e lo zucchero e mischiate tutto con l’aiuto della frusta elettrica. Successivamente dovrete aggiungere gli albumi montati a neve con l’aiuto di una spatola. Mischiate dal basso verso l’alto fino a quando non avrete incorporato tutti gli albumi. L’impasto dovrà essere piuttosto cremoso e non liquido.
Prendete poi una padella antiaderente e ungetela con del burro. Una volta che sarà ben riscaldata potete versare un mestolo di impasto al centro. Lasciate cuocere per pochi secondi e, non appena vedrete le prime bollicine in superficie, girate con un unico colpo i pancake. Continuate così fino al termine dell’impasto.
Servite impilati e condite a piacere.
Se pensate di non avere tanto tempo a disposizione, la pastella potrete prepararla anche il giorno prima e conservarla in frigo.

E’ importante avere una frusta elettrica perchè altrimenti il composto rischia di non amalgamarsi per bene e lasciare i vostri pancake troppo morbidi.
Noi suggeriamo lo sbattitore elettrico con ciotola così da avere tutto a disposizione in un solo strumento. Questo della BEHOME, inoltre, è tra i migliori per rapporto qualità prezzo.

Sciroppo d’acero

sciroppo d'acero

Lo sciroppo d’acero è un dolcificante ottenuto con la bollitura della linfa dell’acero da zucchero o acero nero. Per quanto la colazione americana possa sembrarvi decisamente grassa, lo sciroppo d’acero, tuttavia, è il terzo dolcificante meno calorico esistente al mondo.
Dagli americani viene utilizzato sempre durante la colazione. Lo utilizzano per condire i loro pancake o i loro waffle.
Non manca mai sul tavolo di una colazione americana. Anzi, è sempre presente e sempre in grandi quantità.
Lo sciroppo d’acero potrete trovarlo in qualunque supermercato italiano o, se preferite, in numerosi shop online.

Toast

toast

I toast sono un altro tipico piatto di una vera e propria colazione americana. Sono delle vere e proprie fette di pancarrè tostate con l’aiuto di un tostapane, il must sarebbe il tostapane che sputa letteralmente i alto i toast come in tutti i film americani.
I toast vengono consumati in veri modi.
Semplicemente tostati e lasciati a se, oppure con dei salumi, o delle marmellate, o insieme allo sciroppo d’acero o con del burro d’arachidi insomma, questo deve essere a gusto vostro. Potete anche optare per della frutta fresca. Vi sembrerà strano ma è veramente delizioso.

E’ indispensabile utilizzare un buon tostapane perchè, altrimenti, il vostro toast potrebbe risultare bruciato oppure poco cotto e perdere il suo vero gusto.

Noi suggeriamo il tostapane della Bonsenkitchen grazie al quale la cottura del pane richiede solo due o tre minuti e la fessura extra larga è progettata per cuocere diversi formati di pane.

Burro di arachidi

burro di arachidi

Il burro di arachidi, molto utilizzato nelle colazioni americane. è un composto creato con la macinatura degli arachidi. Viene utilizzato molto spesso in queste colazioni americane per condire i toast.
Il burro di arachidi è molto utilizzato in America anche per preparare una semplice merenda.
Quindi, se volete preparare una vera colazione americana, toast e burro d’arachidi devono essere presenti in tavola. Anche il burro di arachidi, come lo sciroppo d’acero, possono essere acquistati presso un supermercato o tramite uno shop online.

Succo d’arancia

Altro classico immancabile sulle tavole delle colazioni americane è il succo d’arancia. Forse questa è l’unica cosa che possa essere accomunata alla colazione di noi italiani.
Ovviamente, se avete il tempo e la possibilità preparate il vostro succo d’arancia spremendo delle arance in casa.
Tuttavia, se non disponete di arance o di tempo a disposizione per prepararlo, anche un succo d’arancia commerciale comprato al supermercato andrà benissimo.
L’importante è che lo serviate in tavola con delle caraffe. Come funziona in una vera e propria famiglia americana.

Caffè americano

caffè americano

Se decidete di preparare la colazione americana dovete sapere che per quella mattina occorrerà rinunciare al vostro amato caffè espresso.
La colazione americana prevede anche il caffè americano, il classico bicchiere di caffè allungato in acqua da sorseggiare con calma.
Per preparare il caffè americano avrete bisogno di una caffettiera adatta alla preparazione di questo tipo di caffè. In questo modo inserirete la miscela e penserà a tutto lei .

E’ importante scegliere una buona macchinetta per poter avere un caffè americano degno di nota, e non rischiare di averne uno troppo liquido o troppo forte.
Una delle migliori è indubbiamente quella della Philipd HD7462/20 che mescola il caffè all’interno della caraffa per offrire un aroma ottimale e uniforme.

Waffles

waffles

La colazione americana prevede un mix di piatti dolci e salati. Tra i piatti dolci, oltre ai pancake non devono mancare assolutamente i waffles. I waffle sono tipici dolci americani preparati con una pastella che verrà poi cotta all’interno due piastre.
Per preparare circa 10 waffles avrete bisogno di:

  • 2 uova medie
  • 80 g di zucchero
  • 180 g di farina
  • 50 g di burro
  • 180 ml di latte
  • mezzo cucchiaino di lievito
  • un cucchiaino di estratto di vaniglia
  • piastra per waffles

Per preparare i waffles dovrete innanzitutto dividere i tuorli dagli albumi e montare gli albumi a neve. Mettete da parte. In una casseruola Sbattete i due tuorli, il burro fuso, lo zucchero e il latte. Aggiungete poi la farina setacciata, la vaniglia e il lievito e amalgamate bene il composto. Con l’aiuto di una spatola poi aggiungete gli albumi montati a neve mescolando dal basso verso l’alto e lasciate riposare l’impasto per pochi minuti. Versate poi parte dell’impasto tra le piastre e lasciate agire per 5-6 minuti. Sfornate e condite a piacere prima di servire.

Bagel

bagel

Ultimo ma non per importanza, il bagel. Il bagel in realtà è tipico della cucina polacca ma, da tempo ha ormai preso posto sulle tavole degli americani durante la loro colazione o il loro spuntino.
Il bagel è una pasta lievitata cotta al forno dopo essere stata bollita. Viene usato per mangiare le salsicce o , semplicemente, condito del butto d’arachidi. Potete comperare i bagel già pronti o, se preferite, potete prepararli in casa.
Se decidete di farli in casa avrete isodgno di:

  • 205 g di acqua
  • 6 g sale
  • 10 g malto
  • 350 g farina
  • 4 g lievito di birra secco

Per preparare i bagel dovrete innanzitutto setacciare la farina, aggiungendo il lievito disidratato ed il malto. aggiungete a filo l’acqua e iniziate ad impastare, aggiungete poi il sale e impastate fino ad ottenere un composto omogeneo. Formate una pallina e lasciatelo all’interno della ciotola ricoperto con della pellicola e lasciate lievitare per circa 4 ore.
Trascorse 4 ore potete riprendere l’impasto, versarlo su un piano di lavoro infarinato e creare un filone con le mani. Tagliate dei tronchetti uguali tra di loro e formate delle palline che lascerete riposare sotto un canovaccio per 10 minuti. Riprendete le palline e , con l’aiuto delle mani, create delle ciambelline che riporrete du dei quadrati di carta forno e lasciate lievitare dentro il forno spento con luce accesa per altri 40 minuti circa. Ponete poi un pentolino con l’acqua sul fuoco e , quando l’acqua inizierà a bollire immergete i bagel. Fate cuocere per circa 20 secondi per lato e riponeteli in una teglia con carta forno. Cuocere in forno statico preriscaldato a 220° per circa 30 minuti. Servite tiepidi.

Benissimo, adesso che avete a disposizione questi 10 utili consigli su cosa fare per preparare la colazione americana, non avrete più scuse per provarla almeno una volta al mese in famiglia.

Fateci sapere, all’interno dei commenti, come vi siete trovati con quesi consigli e quali avete deciso di seguire.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here