Collezionare monete antiche ci aiuta a restare in collegamento con il passato. Tuttavia, il decorrere del tempo può ossidare le tue monete e renderle meno belle.

Sapere come pulire le monete è utile tanto per i collezionisti esperti quanto per i neofiti. Tuttavia, se lo fai nel modo sbagliato, rischi di danneggiarle e svalutarle irrimediabilmente, tanto che in molti casi è meglio non pulirle affatto o limitarsi a usare un sapone delicato.

Vediamo allora cosa fare per pulire le monete antiche.

Pulisci le monete davvero sporche o di basso valore

Se hai monete che valgono poco e non hai intenzione di collezionarle o venderle a un collezionista, puoi pulirle per ragioni puramente estetiche. Inoltre, spetta a te decidere se pulire o no le monete particolarmente sporche: se una moneta è talmente annerita o macchiata da non lasciare intravedere le immagini, puoi valutare se correre il rischio di pulirla.

Non utilizzare mai sostanze abrasive o acide

Anche se i prodotti abrasivi sono spesso pubblicizzati in TV o nei negozi come efficaci sulla pulizia delle monete, in realtà non è il caso di usarli, perché le componenti acide di determinati detergenti rimuovono parte del materiale che ricopre la superficie della moneta durante la pulizia. Anche se la moneta sembrerà più pulita e brillante, si danneggerà e perderà il proprio valore.

Acqua e sapone

Se l’acqua distillata si dimostra poco efficace nel pulire adeguatamente la superficie di una moneta sporca o incrostata, l’unica opzione non dannosa a disposizione è ricorrere a una soluzione blanda di acqua e sapone. Versa una piccola quantità di sapone liquido delicato in una ciotola ampia, quindi riempila di acqua distillata tiepida, prendi la moneta dai lati e agitala un po’ nella soluzione saponata; dopodiché sciacquala sotto l’acqua distillata e tampona con un panno pulito per asciugarla.

Non usare il detergente per i piatti per pulire le monete, è troppo potente e abrasivo; usa invece un detergente leggero e delicato come la Barra Di Sapone Al Latte D’Asina Naturale Organico Fatto A Mano. Non dovrai impazzire per trovarlo, puoi comodamente comperarlo online.

Scrosta le vecchie monete con l’aiuto del ketchup

Per pulire un penny di rame, spremi una piccola quantità di ketchup su entrambe le facce della moneta; tenendola ben ferma dai lati, strofina delicatamente le superfici piatte con uno spazzolino pulito: il sale e l’aceto contenuti nel ketchup rimuoveranno le ossidazioni dal penny. Fatto ciò, sciacqua la moneta pulita sotto l’acqua distillata e asciugala tamponando con un panno pulito.

Pulisci le monete d’argento con il bicarbonato

Inizia sciacquando la moneta con acqua distillata, quindi tienila ben salda dai lati; applica una piccola quantità di bicarbonato su entrambe le facce usando le dita o aiutandoti con uno spazzolino da denti pulito e strofina delicatamente: il bicarbonato rimuoverà le macchie e le parti annerite dalla superficie della moneta. Sciacquala nuovamente con l’acqua distillata e asciugala tamponando con un panno pulito.

Utilizza l’aceto

L’aceto di vino bianco è un agente pulente comune che in molti usano per pulire i metalli, compresi i gioielli. Per pulire una moneta antica con l’aceto, versane 250 ml in un bicchiere o in una ciotola, quindi immergi delicatamente la moneta e lasciala a bagno sul fondo per qualche minuto; in seguito prendila dai lati, tirala fuori dall’aceto e sciacquala con acqua distillata.

Lava solo le monete che sei sicuro di non rovinare

Anche se può sembrare un controsenso, la cosa migliore da fare nel caso di una moneta sporca è semplicemente lasciarla stare. Se una moneta è in buone condizioni con solo qualche macchia o imperfezione sulle facce, per un collezionista varrà di più così che se la pulisci.

Lavale in acqua

Se hai paura di rovinare il valore delle tuo monete, utilizza l’acqua. L’acqua è l’unica sostanza che permette di pulire le monete senza rischiare di danneggiarne la superficie e svalutarle. Prendi la moneta dai lati e fai scorrere su di essa un getto leggero di acqua distillata tiepida. Gira la moneta su se stessa per bagnare anche l’altra faccia, dopodiché tamponala delicatamente con un panno morbido di cotone: in questo modo rimuoverai lo sporco in superficie senza danneggiarla.

Fai analizzare le monete antiche da un esperto

Se sei in dubbio sul valore di una moneta, se deve essere pulita o se devi conservarla in una collezione, portala sempre da un esperto prima di provare a pulirla: sarebbe un peccato scoprire di aver dimezzato il valore di una moneta rara per averla pulita.

Un numismatico, ossia un esperto di monete (e banconote), ti potrà anche dare una stima del valore della tua moneta: più vale, meno motivi hai per pulirla.

Conservale in un album

I collezionisti lo sanno bene: ci sono monete del valore di pochi centesimi che possono valere molto, molto di più. Anche tra quelle che maneggiamo per pagare la spesa o che perdiamo accidentalmente per strada. Basti pensare a quelle coniate negli Anni 40 e 50: alcune di queste valgono oltre i mille euro. Ma ce ne sono anche altre molto più recenti, magari prodotte per occasioni speciali, il cui valore è comunque di gran lunga superiore a quello per cui sono state coniate.

Chi ha voglia di approcciarsi a questo nobilissimo hobby, non può non partire dai suoi appositi raccoglitori, adatti a tutti i tipi di monete. Noi suggeriamo Uncle Paul Album da Collezione di Monete con a disposizione 60 Tasche. Scegli tu se comperarne solo uno o più di uno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here