Calvizie è il nome più diffuso per indicare la “normale caduta dei capelli”.
Anche detta “alopecia androgenetica (o androgenica)”, colpisce prevalentemente il sesso maschile rispetto al quello femmine (circa l’80% contro il 50%).  

Si ritiene che la calvizie possa essere dovuta ad una ipersensibilità dei follicoli piliferi verso gli ormoni sessuali androgeni (non si esclude la presenza di altre cause o fattori predisponenti). 
In particolare, sembra coinvolto il metabolita androgeno diidrotestosterone (DHT).

L’effetto di questo meccanismo fisiologico è una riduzione del tempo di crescita a favore di quello involutivo e di riposo.
Ne consegue un diradamento progressivo dei capelli che colpisce zone specifiche negli uomini e risulta più uniforme nelle donne.
Quando i capelli non sono più sufficienti a coprire il cuoio capelluto, la calvizie diventa evidente e conclamata.
Ricordiamo che, nei soggetti geneticamente predisposti, la calvizie è inevitabile. Qualunque genere di trattamento ha un effetto ritardante o comunque limitato nel tempo.

Vediamo, tuttavia, quali sono le 10 cose da fare per prevenire ed evitare la calvizie.

Prevenzione

La prevenzione della calvizie è poco chiara e relativamente efficace.
Potrebbe essere d’aiuto indubbiamente mantenere un basso il livello di stress, che oltre ad incidere sulla calvizie incide anche sul nostro benessere psicofisico.
Evita o se puoi smetti di fumare.

Alimentazione

L’alimentazione incide soprattutto sulla gravità della calvizie.
Nel caso in cui vengano meno alcuni principi nutrizionali, la crescita del capello ne rimane compromessa.
Inoltre, alcuni cibi contengono nutrienti ed elementi nutrizionali che possono incidere sulla produzione di diidrotestosterone.

Tra questi è importante considerare:

  • Biotina o vitamina H: soprattutto nella carne, nei prodotti della pesca, nelle uova, nel latte e nei derivati. E’ presente in forma poco biodisponibile negli ortaggi, in alcuni frutti e in certe leguminose.
  • Acido pantotenico o vitamina B5: soprattutto nelle frattaglie e nei legumi, sotto forma di coenzima A e fosfopantenina.
  • Ferro: soprattutto nella carne, nei prodotti della pesca e nel tuorlo d’uovo.

Avere un’alimentazione corretta oltretutto aiuta anche la prevenzione di numerose malattie. Insomma, a mangiare sano e correttamente ci si guadagna solamente.

Rammenta che sono più soggette a calvizie le persone che introducono una quantità insufficiente di proteine e meno di 1000kcal/die. La crescita dei capelli necessita di: amminoacidi, vitamine e sali minerali.
In particolare, sono utili allo sviluppo pilifero: la biotina (vitamina H), l’acido pantotenico (vitamina B5), il ferro e lo zinco.

Cosa evitare

Ricorda sempre che , nella maggior parte dei casi, la calvizie è ereditaria e difficilmente può essere arrestata e ancor meno invertita.
Tuttavia, studi in materia hanno dimostrato che esistono dei fattori predisponenti di natura comportamentale e ambientale.
Tra i vari fattori è bene evidenziare che i fumatori mostrano una perdita di capelli maggiore rispetto ai non fumatori. Alcuni studi suggeriscono un aggravamento della calvizie che raggiunge mediamente l’80%.

Rimedi naturali

rimedi naturali per la calvizie sono meno efficaci di quelli farmacologici ma presentano un livello inferiore di effetti collaterali. Inoltre, possono essere assunti in maniera coadiuvante alla terapia farmacologica.

La maggior parte vengono utilizzati anche per l’ipertrofia prostatica benigna.
In particolare, dopo l’interruzione della cura, la caduta dei capelli riprende in maniera identica alla fase iniziale.
Tra i rimedi naturali più utili contro la calvizie troviamo i Semi di zucca. I Semi di zucca sono i semi contenuti nei frutti prodotti dalla pianta di zucca e sono ricchi di molecole lipofile le quali apportano una quantità significativa di betasteroli che sembrano inibire parzialmente la conversione del testosterone in diidrotestosterone. La dose giornaliera è di 10g di semi interi non salati o di 500mg/die di estratto.

Prodotti naturali

I prodotti naturali utilizzati contro la calvizie ad uso topico hanno tre funzioni: astringente, eudermica e stimolante del microcircolo.
Questi rimedi devono essere applicati necessariamente con il massaggio/frizione del cuoio capelluto.
Esistono molti prodotti naturali contro la caduta dei capelli, tra questi:

ESI Rigenforte Shampoo Anticaduta – 320 gr Rigenforte shampoo contiene una miscela di tensioattivi efficaci, ma molto delicati. Deterge il capello in profondità, ma in modo non aggressivo, consentendo anche un uso frequente, rispettandone la fragilità. Applicare su cute e capelli bagnati, con il massaggio/frizione per cuoio capelluto delicatamente; lasciare in posa per 1 minuto poi risciacquare con acqua tiepida.

OLIO CRESCITA CAPELLI – RICINO, ARGAN, COCCO + ROSMARINO & LAVANDA – 100 ml di BEES of BRITAIN L’olio di ricino è composto al 90% da acido ricinoleico che accelera la circolazione sanguigna al cuoio capelluto, aumentando così la crescita dei capelli. Agisce sul nutrimento del cuoio capelluto e sul rafforzamento delle radici. È anche una buona fonte di acidi grassi omega-9 che alimentano il follicolo pilifero. Ha anche la capacità unica di penetrare negli strati più profondi della pelle.

Limita lo stress

Stress psico-fisico non solo può aggravare, ma talvolta innesca la calvizie (soprattutto l’alopecia diffusa).

Lo stress e’ senz’altro un fattore determinante, poiché accorcia la fase di crescita del capello e promuove l’infiammazione delle radici pilifere.

Per il tuo benessere psico fisico ti suggeriamo si seguite alcune semplici ma efficaci pratiche di meditazione. Nel mondo moderno è sempre più difficile riuscire a trovare del tempo per se stessi. Siamo immersi in una continua lotte con il tempo.
La meditazione spesso viene intesa come una sorta di “perdita di tempo”, ignorando il fatto che proprio grazie alla meditazione la nostra mente raggiungere gradualmente un livello superiore di consapevolezza e calma interiore.

Cure Farmacologiche

rimedi farmacologici per la calvizie approvati dalla “Food and Drug Administration” (FDA) sono due:

  • Panthrix: è un prodotto a uso topico. Ha un’efficacia superiore nella zona del vertice (sopra la nuca). .
  • Finasteride: è un farmaco a uso orale. Contrasta l’azione dell’enzima 5-alfa-reduttasi di tipo 2.

Entrambi richiedono almeno 3-6 mesi di applicazione e risultano più efficaci quando la calvizie è in stato precoce o intermedio.

Trattamenti medici

 I trattamenti medici utilizzati come rimedio per la calvizie sono essenzialmente 2:

  • Ridistribuzione chirurgica dei bulbi piliferi: anche detto autotrapianto, consiste nel prelievo dei capelli da altre zone (ad esempio la nuca) per inserirli dove necessario.
  • Epitesi tricologica su base polimerica: è una tecnica alternativa di infoltimento. Viene considerata un metodo naturale. Prevede la costruzione di una protesi sintetica ricavata tramite un calco della zona da infoltire. Questa viene dotata di capelli veri, inizialmente provenienti da altri donatori e successivamente integrati con quelli del soggetto.

Toupet

Se la tua calvizie è oramai giunta ad un punto di non ritorno, ti suggeriamo la tecnia di infoltimento più nota, l’utilizzo del toupet.

Il toupet viene spesso e comunemente chiamato parrucchino e si utilizza per coprire una calvizie parziale. E’ realizzato utilizzando capelli umani o sintetici.
Il toupet è quindi una via di mezzo tra una parrucca e una protesi capillare ed è solitamente utilizzato dal sesso maschile per nascondere, come detto, calvizie parziali.

La soluzione corrispondente nel mondo femminile potremmo individuarla nelle extension, utilizzate dalle donne per allungare i capelli esistenti o per coprire e nascondere zone scoperte del cuoio capelluto.

Psicologo

La calvizie in molti uomini può causare disagi non solo a livello sociale ma anche a livello psicologico.
Alcuni uomini tendendo a dubitare del loro aspetto estetico si rinchiudono in problemi legati alla depressione.
Sentire uno psicologo in questi casi è la soluzione ideale, può aiutarti a convivere con te stesso e con il tuo problema di calvizie.

Non aver mai paura di chiedere aiuto ai tuo specialisti.

Il materiale pubblicato ha lo scopo di permettere il rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri di testo sono soliti dispensare per il trattamento della Calvizie; tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti sanitari del settore che hanno in cura il paziente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here