Il Coronavirus è ormai entrato a far parte delle nostre vite ma non temete, esistono dei metodi in grado di contenere il contagio di tale virus. Dobbiamo essere tutti consapevoli della sua portata e non dobbiamo assolutamente eludere le prescrizione imposte dal governo.
In considerazione della gravità dell’argomento, abbiamo deciso di conformare i nostri consigli esattamente con quello forniti dal ministero della salute.
Non improvvisiamoci medici specialisti ma affidiamoci e cerchiamo di rispettare all lettera quello che ci viene imposto.

Non abbiate timore, non lasciatevi andare al panico totale perchè, se ognuno di noi rispetta queste 10 semplici regole, presto riusciremo ad avere la meglio sul virus. Per noi e per i nostri cari. Basta essere diligenti.

Vediamo allora quali sono le 10 cose da fare per contenere il contagio da Coronavirus.

Lava spesso le mani

Lava le mani

Il primo consiglio che assolutamente vi diamo è quello di lavare spesso le mani con acqua e sapone. Se non siete a casa, oppure non avete a disposizione del sapone, cercate di portare con voi un gel a base alcolica in modo da avere sempre le mani pulite.
Il nuovo coronavirus è caratterizzato da un’alta contagiosità data dalla facilità con cui gli agenti patogeni responsabile della malattia Covid-19 possono essere trasmessi da soggetto a soggetto. Lavarsi le mani in modo corretto è un accorgimento a cui le persone possono ricorrere in ogni momento della propria giornata, visto che oltre alle classiche acqua e sapone, il “virus è inattivato da disinfettanti molto comuni, a base di cloro piuttosto che di alcol” quindi, se non avete a disposizione acqua e sapone, utilizzate un gel igienizzante. Se non ne trovate uno in commercio createlo voi con i nostri suggerimenti su come creare un gel igienizzante per le mani.

Lavate le mani per almeno 20 secondi, passate tra le varie dite e sfregate bene. Ai bambini, per convincerli a lavare le mani per 20 secondi, provate col gioco della filastrocca. Trovate una filastrocca sufficientemente lunga e fategliela recitare mentre lavano le mani.

Evita luoghi affollati

Il contagio avviene in maniera rapida ed immediata. Basta una semplice stretta di mano, un piccolo abbraccio, un colpo di tosse o uno starnuto.
Il contagio del Covid-19 fa paura proprio perchè è immediato.
Per questo motivo non bisogna frequentare luoghi affollati.
Anche a seguito delle disposizioni di cui al DPCM emesso in data 8 marzo 2010 e successivi aggiornamenti in vigore dal 10 Marzo che estendono le indicazioni contenute a tutto il territorio nazionale, è opportuno limitare i propri spostamenti solo per compravate ragioni di lavoro, salute o approvvigionamento.
Non cercate di eludere tali disposizione. Lo dobbiamo fare per il bene di tutti noi.
Solo rispettando le rigide regole imposte possiamo cercare di contenere il Covid-19.
Restate a casa e se non sapete come “intrattenervi” leggete il nostro articolo su cosa fare in quarantena.

Evita contatti ravvicinati. Distanziati almeno di un metro

Distanza

Se fai parte di quelle persone che, nonostante tutto devono uscire ogni giorno per andare a lavoro o fare varie commissioni (necessarie), ti invitiamo a rispettare quella che oggi viene chiamata distanza di sicurezza.
La distanza di un metro è dovuta al fatto che il contagio, avvenendo anche per via aerea, può essere limitato solo se ci si distanzia da chi potrebbe essere infetto anche se non lo sa.
Il problema fondamentale di tale virus è il fatto che spesso si palesa in forma asintomatica pertanto, non è sempre agevole riconoscere chi sia infetto e chi no. Per questo motivo è necessario, laddove ci si ritrovi in ambienti con altre persone, mantenere la distanza di almeno un metro l”uno dall’altro.

Usa guanti e mascherina

Guanti e mascherina

Come abbiamo già ampiamente detto, il contagio può avvenire tanto via aerea quanto a causa di mani infette” messe in bocca o sul naso.
Per questo motivo, quando ti ritrovi a dover condividere uno spazio con altra gente, ti invitiamo ad usare guanti e mascherina protettivi.
I guanti e la mascherina servono tanto a prevenire il contagio quanto ad evitarne la diffusione.
In alcune ipotesi il contagio è asintomatico quindi non sappiamo se ne siamo affetti o meno.
Mascherina e guanti sono una protezione per noi e per gli altri.
Non sottovalutatene l’importanza.

Fazzoletti monouso

Fazzoletti monouso

E’ importante l’uso dei fazzoletti monouso proprio per evitare il contagio.
Dopo averlo usato per pulire il naso o per tossire coprendo la bocca, è opportuno gettarlo immediatamente nel secchio dedicato e cercare di svuotarlo almeno una volta al giorno.
E’ importante non utilizzare fazzoletti di stoffa proprio perchè il virus potrebbe attaccarsi al tessuto e restare a contatto con te per tutto il tempo in cui tieni il fazzoletto.

Tossisci e starnutisci nel gomito

Per evitare di contagiare i tuoi colleghi, amici o familiari, è opportuno avere l’accortezza di starnutire all’interno del gomito.
Oltre ad essere una piccola accortezza per gli altri, è anche un metodo di difesa del tuo stesso organismo. Starnutendo sulle mani, come erroneamente spesso facciamo, fà sì che il virus resti sempre a contatto con noi facilitandone la sua diffusione.

Cosa fare se hai sintomi simili all’influenza

Se hai sintomi simili all’influenza, febbre alta, dolori muscolari, inappetenza ed altro, è opportuno restare a casa.
Non entrare nel panico, non recarti assolutamente al pronto soccorso della tua città o presso gli studi medici. Resta a casa e contatta il tuo medico curante, il pediatra di libera scelta, la guardia medica o i numeri regionali. Loro sapranno esattamente cosa fare per verificare la presenza o meno del Covid-19 e ti suggeriranno la terapia migliore.
Non avere timore se hai la febbre, non spaventarti di chiamare i numeri utili a tua disposizione. E’ meglio rimuovere ogni dubbio piuttosto che lasciare che l’eventuale virus faccia il suo corso.

4Numeri verdi regionali

Le Regioni hanno attivato numeri dedicati per rispondere alle richieste di informazioni e sulle misure urgenti per il contenimento e la gestione del contagio del nuovo coronavirus in Italia:

  • Basilicata: 800 99 66 88 
  • Calabria: 800 76 76 76
  • Campania: 800 90 96 99
  • Emilia-Romagna: 800 033 033
  • Friuli Venezia Giulia: 800 500 300
  • Lazio: 800 11 88 00
  • Lombardia: 800 89 45 45
  • Marche: 800 93 66 77
  • Piemonte:
    • 800 19 20 20 attivo 24 ore su 24
    • 800 333 444 attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 20
  • Provincia autonoma di Trento: 800 867 388
  • Provincia autonoma di Bolzano: 800 751 751
  • Puglia: 800 713 931
  • Sardegna: 800 311 377
  • Sicilia: 800 45 87 87
  • Toscana: 800 55 60 60
  • Umbria: 800 63 63 63
  • Val d’Aosta: 800 122 121
  • Veneto: 800 462 340

3Altri numeri utili dedicati all’emergenza nuovo coronavirus:

Abruzzo

Nella Regione Abruzzo per l’emergenza sanitaria sono attivi i seguenti numeri:

  • ASL n. 1 L’Aquila:118
  • ASL n. 2 Chieti-Lanciano-Vasto: 800 860 146
  • ASL n. 3 Pescara: 118 
  • ASL n. 4 Teramo: 800 090 147

 Liguria 

  • Nella Regione Liguria è attivo il numero di emergenza coronavirus 112

Molise

  • Nella Regione Molise per informazioni o segnalazioni sono attivi i numeri:  0874 313000 e 0874 409000   

Piacenza

  • Nel Comune di Piacenza per informazioni contattare il 0523 317979: attivo dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 13

2Numero di pubblica utilità 1500

Attivo anche il numero di pubblica utilità 1500 del Ministero della Salute.

1Numero unico di emergenza

Contattare il 112 oppure il 118 soltanto se strettamente necessario. 

Evita abbracci e strette di mano

Purtroppo, tra i sacrifici che dobbiamo assolutamente fare in questo periodo, abbracci e strette di mano sono assolutamente vietate.
Il contagio ha vita facile se continuiamo ad intrecciarci, se continuiamo a stare vicini, o continuiamo a dargli modo di viaggiare da una persona all’altra con facilità.
Dobbiamo essere più forti noi. Gli abbracci non sono del tutto vietati, sono solo rimandati a quando la situazione sarà più tranquilla.

Evita il contatto con gli immunodepressi

Come più volte avete avuto modo di sentire in tutti i tg d’Italia, gli immunodepressi sono i soggetti più a rischio di tutti.
A causa delle loro ridotte difese immunitarie il virus potrebbe creare problematiche difficili superare e, in casi gravi, potrebbe portare anche alla morte.
Per questo motivo dovete evitare di far visita ai vostri nonni o alle persone con pregresse problematiche di salute.
Per il loro bene è giusto che siano maggiormente isolate.
Se avete una nonna della quale vi prendete cura cercate di farlo mantenendo le precauzioni e le distanze imposte.

Non toccare occhi, naso e bocca con le mani

In ultimo ma non per importanza. Non toccate assolutamente occhi, naso e bocca con le mani.
Come abbiamo già detto, le mani sono la parte del corpo che più facilmente può trasmettere il virus, il contatto con gli occhi, la bocca e il naso potrebbe solo accelerare la possibilità di contagio.
Cerca di limitare il più possibile il contatto del viso con gli occhi.

Adesso che hai a disposizione questi 10 consigli su come prevenire il contagio da coronavirus potrai contribuire anche tu alla sua risoluzione.
Non cerchiamo di eludere le prescrizioni o, peggio, minimizzare il problema.
Il problema esiste e il nostro compito è quello di fare il possibile per prevenire e curare il problema.
Restate a casa e muovetevi solo per necessarie e comprovate esigenze.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here