Questa è una domanda che in cucina si pone la maggior parte di tutti quelli che decidono di cimentarsi con le ricette al pomodoro.

Il pomodoro, per quanto da un lato possa dare gusto e colore ad un piatto, dall’altro risulta essere uno dei peggiori nemici per chi soffre di ulcera o di altri disturbi dell’apparato digerente. Non temente, questo non vuol dire che dovete rinunciare al pomodoro ma, semplicemente, dovrete prestare un pò più di attenzione nel loro utilizzo.

Quindi amanti del pomodoro, anche se soffrite di disturbi allo stomaco a causa dei cibi troppo acidi, con questi 10 piccoli segreti potrete ridurre l’acidità nei vostri piatti con il pomodoro e preparare tante ricette sfiziose.

Ecco una serie di 10 consigli qui di seguito per ridurre l’acidità dei pomodori.

1Ridurre il tempo di cotture ed eliminare i semi del pomodoro

Esatto, il primo trucco che ti proponiamo oggi è quello di cuocere i pomodori per poco tempo.

Il motivo di questo primo consiglio risiede nel fatto che i pomodori più a lungo cuociono e più acidi diventano. Quindi, per mantenere l’acidità del pomodoro bassa devi cuocerli il minimo indispensabile.

Il suggerimento che ti diamo è quello di inserire i pomodori a fine cottura quando prepari dei piatti che non prevedono i pomodori come ingrediente principale.
Avranno ugualmente il tempo di divenire più teneri e mescolarsi con il resto degli ingredienti evitando però di diventare troppo acidi.
Ovviamente, se soffri di disturbi all’apparato digerente devi assolutamente rinunciare a quelle ricette che prevedono una cottura lenta e prolungata del pomodoro.

Prima di procedere alla breve cottura del pomodoro però, è importante tagliare i pomodori in orizzontale e, con l’aiuto di un cucchiaino da the, elimina i semi posti all’interno del pomodoro.Tuttavia, questa operazione che in un primo momento può sembrare banale deve essere fatta con estrema cura per evitare di eliminare anche la polpa del pomodoro.

E’ importante rimuovere tutti i semi in quanto è proprio li che risiede la maggior parte degli acidi contenuti nella pianta del pomodoro.

2Usa i pomodori crudi

Ebbene se ridurre il tempo di cottura aiuta a ridurre l’acidità presente nei pomodori, usarli direttamente a crudo è decisamente un toccasana per chi soffre di problemi all’apparato digerente.

Se hai la possibilità di utilizzare ricette in cui la presenza di pomodori è prevista a crudo il tuo apparato digerente te ne sarà decisamente grato.

In questo modo tu non rinuncerai al pomodoro e il tuo apparato digerente resterà sano.

Tuttavia, se il piatto da voi pensato è un piatto caldo, potete aggiungere i pomodori crudi a fine cottura in modo che, grazie al calore del piatto, possano i pomodori amalgamarsi perfettamente con tutti gli altri ingredienti.

3Usare i pomodori freschi e maturi

Ricorda che, per evitare di preparare piatti a base di pomodoro eccessivamente acidi, devi utilizzare in cucina unicamente pomodori maturi.

I pomodori diventano meno acidi quando sono perfettamente maturi.Devi assolutamente evitare di usare i pomodori acerbi se vuoi mantenere l’acidità del piatto al minimo.

Adesso ti starai domandando come fare però a riconoscere i pomodori acerbi da quelli maturi, all’apparenza possono sembrare tutti uguali.
Ebbene, ci sono tuttavia alcuni trucchetti che possono permettere anche ad un principiante di riconoscere un pomodoro maturo da uno acerbo.

Un metodo infallibile per riconoscere i pomodori maturi da quelli acerbi è prenderli in mano. Si esatto, non ti stiamo prendendo in giro, prendi in mano due pomodori e vedrai che avranno un peso ed una consistenza diversa.  
Per prendere i pomodori più maturi dovrai preoccuparti di scegliere i pomodori che pesano maggiormente e che, stringendoli leggermente, ti sembrano più morbidi.

Pian piano imparerai anche a riconoscere i pomodori maturi utilizzando unicamente l’olfatto. Ricordati tuttavia di prendere sempre pomodori freschi, dovrai comprarli sicuramente più spesso ma il tuo apparato digerente te ne sarà grato.

4Usa il bicarbonato

Esatto, il nostro caro amico “bicarbonato” può aiutarci a ridurre l’acidità nei pomodori e preservare il nostro stomaco.

Tuttavia esiste un momento esatto in cui mettere il bicarbonato per utilizzare al meglio tutti i suoi benefici nel piatto al pomodoro.

Innanzitutto tagliate a pezzetti i vostri pomodorini e procedete con la normale cottura. Più piccoli saranno i pezzettini del pomodoro e più veloce sarà la cottura.Adesso metti i pomodori a cuocere su fuoco lento controllando sempre che non si brucino si asciughino del tutto. Quando credi che la cottura sia quasi ultimata, rimuovi la pentola dal fuoco ed è qui che dovrai mettere il bicarbonato nei pomodori.

Le proporzioni da utilizzare sono circa un quarto di cucchiaino di bicarbonato per sei pomodori di grandezza media. Regola tu poi la dose di bicarbonato per il numero di pomodori che intendi usare.

Ora mescola i pomodori che a contatto con il bicarbonato avranno una reazione effervescente. Non appena questa reazione sarà giunta al termine, rimetti sul fuoco i pomodori e aggiungi gli altri ingredienti.

Il bicarbonato renderà il tuo piatto meno acido rispettando il tuo apparato digerente senza modificare il gusto della tua ricetta.

5Elimina la buccia dei pomodori

Un altro metodo infallibile è quello ad esempio di rimuovere la buccia del pomodoro per renderlo meno acido.

Ma come fare?
Sarà necessario mettere a bollire abbondante acqua in un pentolino e, una volta raggiunta l’ebollizione immergere i pomodori e farli cuocere per 10 minuti circa.

Successivamente, con l’aiuto d un mestolo, togliete i pomodori dall’acqua calda e metteteli a bagno in acqua fredda per eliminare gli ultimi residui di pelle.  

Successivamente continuate la cottura dei pomodori a vostro piacimento.

6Usa lo zucchero

Una volta che avrete spellato i vostri pomodorini, rimetteteli a cuocere e aggiungete alla vostra ricetta un pizzico di zucchero.

Fate attenzione però, usare troppo zucchero nelle vostre ricette potrebbe modificare sensibilmente il loro sapore.

Avrete bisogno di circa mezzo cucchiaino per 6/7 pomodori, non di più.

7Aggiungi del latte al sugo

Eh già, avete capito bene, per ridurre al minimo l’acidità del vostro sugo e rendere omaggio al vostro apparato digerente occorre aggiungere un poco di late alla vostra ricetta.

Tuttavia, è rinomato che il latte abbia in se un sapore dolciastro, per questo, per evitare di modificare totalmente i vostri piatti, dovrete aggiungere solo una piccola dose di latte durante la cottura della vostra salsa.

Renderà il vostro sugo leggermente più dolce, ma è il prezzo da pagare per chi soffre di irritazione dell’apparato digerente.

8Usa i pomodori “datterini”

Se l’idea di usare dello zucchero o del latte nelle vostre ricette proprio non vi convince questa è la soluzione.

Esatto, per non rinunciare al sugo di pomodori e rispettare il vostro apparato digerente allo stesso tempo, utilizzare per i vostri piatti a base di pomodoro dei pomodori datterini.

I pomodori datterini si distinguono dalle altre specie di pomodori proprio a causa del loro gusto dolciastro.
Vengono chiamati datterini proprio perché la loro forma ovale ricorda un dattero, e la loro dolcezza è dovuta alla presenza di una bassa acidità.

Tuttavia, oltre ad essere un toccasana per gli apparati digerenti irritati, i datterini hanno anche elevate proprietà ossidanti che aiutano a rallentare l’invecchiamento cellulare.

9Usa la cannella e la noce moscata

State tranquilli, non vi stiamo suggerendo di rendere il vostro sugo super dolciastro e di rinunciare al vero gusto del pomodoro per preservare il vostro intestino.

Tuttavia, se la vostra scelta ricadrà sull’utilizza di pomodori pelati in scatola o in bottiglia, per evitare l’acità è questo il metodo che dovrete seguire.

Dovrete utilizzare mezzo cucchiaino di noce moscata o di cannella ogni 900 g di pomodori pelati, fidatevi, il risultato sarà sorprendente.

Gusto e acidità ridotta al minimo in un unico piatto .

10Zucchero bianco e curcuma

Se l’ida di mescolare ai vostri pomodori pelati della cannella o noce moscata proprio non vi convince, un trucco più innovativo e decisamente meno drastico è questo.

Aggiungere una piccola manciata di cannella e di zucchero bianco al vostro sugo di pomodori pelati.
Tranquilli, il vostro piatto non avrà un gusto eccessivamente dolce o immangiabile, resterete piacevolmente soddisfatti della vostra scelta e del gusto unico dei pomodori pelati privi di acidità.

Adesso avete a disposizione ben 10 trucchi per rimuovere l’acidità dai vostri piatti con il pomodoro. Il vostro apparato digerente ve ne sarà grato e le vostre papille gustative non si accorgeranno della differenza.
Cimentatevi in cucina e fateci sapere quale di questi trucchi avete scelto per i vostri piatti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here