Convivere con uno o più coinquilini in casa non è facile. Lo sanno molto bene i milioni di studenti “fuori sede”, o chi fuori sede lo è per lavoro e non può ancora permettersi una casa tutta sua.
Dover condividere gli spazi, le spese, le opinioni.. insomma, se si è fortunati si può vivere una fantastica esperienza, viceversa, si rischia di vivere in un incubo.
Quindi, per avere una pacifica convivenza è necessario avere delle regole base da seguire.

Vediamo allora quali sono le 10 cose da fare per convivere con un coinquilino.

Regole di convivenza tra coinquilini

Il primo passo da affrontare per vivere serenamente con i coinquilini è quello di impostare sin da subito le regole di convivenza.
Le regole di convivenza da dover rispettare sono alla base di un sano rapporto civile.
Innanzitutto definite sin da subito se in casa si possono avere degli ospiti, e quanto eventualmente possono restare.
Ricordate di definire sin da subito come pagare le bollette.
Poi definite i criteri della musica, a che volume, in quali ore si può ascoltare e tutto ciò che possa in qualche modo invadere la sfera altrui.
Impostate sin dall’inizio la possibilità o meno di fare feste in casa.
Se condividi anche la stanza oltre che la casa sarà ancora più necessario definire sin da subito queste regole. Mi raccomando, questa è la base.
Se i vostri coinquilini sono stranieri, decidete sin da subito anche in che lingua dialogare.

Definire gli spazi

Una volta impostate le regole di convivenza base, sarà il momento di definire gli spazi in casa.
Ognuno di voi avrà degli armadietti privati. Una parta della dispensa, una mobile cucina e uno in bagno.
Come li avete voi, li avranno anche i vostri coinquilini. Quindi cercate di accaparrarvene uno a testa e, se siete entrati in una casa già abitata, chiedete che vi vengano liberati i vostri.
Se oltre alla camera dividete anche la stanza, sarà opportuno dedicarsi mezza stanza per uno.

Rispettare gli spazi altrui

Dopo aver effettuato la divisione, dovrete poi imporvi ed imporre di rispettare vicendevolmente gli spazi altrui. Usate gli armadietti a voi dedicati, solo il vostro stendino, solo le vostre stoviglie (salvo le cose in comune) e, cosa principale , rispettate le porte chiude. Vi starete domandando cosa voglia dire quest’ultima espressione. Ebbene, significa dover bussare prima di entrare nella stanza del vostro coinquilino se ha deciso di chiudersi dentro, dovrete bussare prima di entrare in bagno e non occuparlo più del necessario.
Lasciate pulito il bagno dopo averlo utilizzato, a voi non piacerebbe entrare in un bagno sporco, quindi non fatelo ai vostri coinquilini.

Dialogare

La comunicazione è la chiave di ogni sana relazione. Ancora si più se si decide di convivere con altre persone in casa.
Qualunque decisione prendiate, qualunque problema venga fuori, dovete sempre parlarne tra di voi in modo da evitare di creare maggiori problematiche.
Se un coinquilino ha fatto qualcosa che possa avervi dato fastidio, dovrete assolutamente dirglielo, perché molto spesso di rischia di avere incomprensioni senza saperlo. Occorre parlare sempre di tutto e non tenersi rancori dentro che possano creare solo altre problematiche.

Dividere gli spazi in comune

In ogni casa che si rispetti, per quanto uno possa avere i propri spazi, i propri cassetti, i propri armadietti, dovrà necessariamente fare i conti con gli spazi in comune.
Di norma gli spazi in comune sono la cucina e il bagno. Per i più fortunati anche un salone e una tv.
Partiamo dalla tv, cercate di avere dei programmi in comune, altrimenti, decidete in quali giorni tocchi ad ognuno di voi guardarla.
In secondo luogo il bagno, soprattutto la doccia. Ognuno avrai il suo sapone per capelli e il suo bagnoschiuma, vi suggeriamo di comperare un separatore da doccia a più livelli in modo che ognuno di voi abbia il suo spazio.
Altro problema, la cucina. Molto spesso ci si trova a condividere il lavandino e i fornelli. Fate in modo di lasciare tuto pulito dopo aver cucinato. Anche se si condividono i piatti, lavateli non appena avete finito. Non lasciate stoviglie da un giorno all’altro. Cercate di lasciare tutto pulito.
Il problema più grosso è probabilmente quello di dividere gli spazi del frigo di norma i frigoriferi dispongono di vari ripiani, destinatene uno a testa e quello che avanza dividetelo con gli appositi divisori. Fate lo stesso anche con i porta bottiglie, usate i divisori anche in questo caso e rispettate gli spazi di tutti.
Insomma, tutto ciò che avete in comune, imparate a dividerlo.

Condividere

Altra esperienza fantastica quando si vive in una casa con dei coinquilini è quella di condividere. Sopratutto se venite da regioni o nazioni differenti. Condividete le esperienze e soprattutto il cibo. Se il vostro coinquilino ha bisogno di qualcosa, oppure non ha avuto tempo di fare la spesa, donate il vostro cibo. All’occorrenza sarà lui a ricambiare.
Anche se il vostro coinquilino non sta bene, ha l’influenza, mal di pancia o qualunque problema, cercate di aiutarlo. Andate in farmacia a comperare i medicinali necessari. Preparali da mangiare, prenditi cura di lui/lei.
Quando e se avrai bisogno, lo farà anche lui con te.

Rispettare gli ospiti

Se nelle regole generali avete deciso di optare per il poter ospitare gente a casa, allora, dovrete anche rispettare la presenza degli ospiti dei vostri coinquilini.
Non fateli sentire mai di troppo, non negategli l’accesso a nessuna delle stanze della casa che condividete, dialogate con loro.
Se non rispettate gli ospiti dei vostri coinquilini non potrete pretendere di far rispettare i vostri ospiti.
Siate ospitali e cordiali.

Impostare i giorni per le pulizie

Questa è una nota dolente. Le pulizie dei luoghi in comune. Qualcuno erroneamente pensa che occorre pulirli sono nei propri turni di pulizie. In parte è così, ognuno deve rispettare il proprio turno ma, non per questo se si usa la cucina si deve lasciarla sporca. Pulisci dove sporchi, esattamente come faresti in casa tua.
Poi, vi consigliamo di comperare un memo settimanale e scrivere i giorni delle pulizie che spettano ad ogni coinquilino. Più siete in casa e più spesso dovrete pulire.
Ricordate sempre, non lasciate gli spazi in comune sporchi, anche se non tocca a voi pulire quel giorno. Ricordate anche di definire chi deve buttare la spazzatura.

Spesa in comune

La spesa in comune viene di solito utilizzata per risparmiare spazio in casa ed evitare di triplicare gli oggetti ed i prodotti che si possono tranquillamente condividere.
Ad esempio il sale, il pepe, le spezie varie, le buste per la spazzatura, i prodotti per la pulizia degli spazi comuni, le posate, i piatti, la carta igienica.. Insomma, tutte quelle cose che vengono comunemente usate da tutti e che possono essere comperate in comune.
Decidete sin da subito quali saranno le cose da utilizzare in comune e, comperate poi una lavagna dove scriverete le cose che man mano si finiscono. A turno andate a comperarle e dividete le spese. Ovviamente, per il bene di tutti, comperate sempre i prodotti in offerta ed ecosostenibili.

Divisione delle spese fisse

Ultimo ma non per importanza, la divisione delle spese fisse.
Vi ritroverete a fare i conti con le bollette della luce, acqua gas, condominio e tutte le spese fisse della gestione di una casa.
Non esiste assolutamente al mondo che uno paghi di più di un altro perché passa più tempo in casa. Per una sana e civile convivenza dovrete assolutamente dividere il costo delle bollette in parti uguali.
Ovviamente toccherà pagare le bollette una volta a testa. Oppure decidete un contabile della casa e date il vostro importo a lui.

Bene, adesso che avete a disposizione questi 10 consigli su cosa fare per convivere tra coinquilini non dovrete più temere di averne uno o più di uno.

Ricordate di farci sapere nei commenti come vi siete trovati con i nostri consigli e quale avete utilizzato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here