Con l’arrivo della primavera, delle belle giornate, del sole e dello sbocciare dei fiori, arriva anche la voglia di pranzare, cenare o studiare sul proprio balcone.

Quanti di voi vorrebbero poter ospitare i propri amici in casa per una bella serata in compagnia, ma spesso evitano di farlo perchè non hanno un bel balcone dove ospitarli.
Spesso i balconi, grandi o piccoli che siano, diventano dei depositi infiniti di roba. E così alla fine finiamo per non usarlo più, o peggio, per odiare quel disordine che non ci permettere di vivere a pieno il nostro balcone.

Allora, vediamo quindi cosa fare per arredare il balcone e rendere la nostra abitazione molto più gradevole. Tranquilli, questi 10 consigli andranno bene sia per i balconi grossi che per quelli piccoli.

Tempesta di piante e fiori

Balcone fiorito

Ogni balcone che si rispetti deve essere ornato con dei fiori. Tanti, meravigliosi e coloratissimi fiori. Piante di ogni genere e tipo tanto per coprire i c.d. angoli vuoti, quando per rendere l’ambiente più gradevole.

Quello che si cerca di fare arredando un balcone è di riprodurre una sorta di giardino privato.


Se disponete di un balcone veramente piccolo il consigli che vi diamo è quello di giocare con le fioriere. Riempitele di fiori in modo da dare colore al vostro ambiente. Potete scegliere tra gerani, primule, il gelsomino che ricorda il cielo.. insomma, andate da vostro rivenditori di fiducia e scegliete quello che più vi piace. Se il vostro balcone è un balcone a muro allora basteranno le piante scelte all’interno delle fioriere, altrimenti, se il vostro balcone è quello a “ringhiera”, il suggerimento che vi diamo è quello di utilizzare i fiori tanto nelle fioriere tanto in terra in modo da coprire il ferro che circonda il balcone. In questo modo darete più colore al balcone e più privacy a voi perchè i fiori non permetteranno di far vedere all’interno del balcone.
Se il vostro balcone è piccolo suggeriamo di non mettere altre piante oltre i fiori che avete scelto ma di continuare con i punti successivi.

Se invece avete a disposizione un balcone più grande, tipo un terrazzino, il consigli che vi diamo è di giocare tanto con i fiori nelle fioriere, come abbiamo suggerito in precedenza, tanto di utilizzare delle piante “sempreverdi” come il ginepro, il rosmarino, il pino, o anche l’acero che dona quel tocco di rosso ed eleganza che in un bel balcone non possono che essere perfetti. In questo caso, è necessario utilizzare, però, dei vasi alti in modo da riempire di verde il vostro balcone in altezza, da donare un tocco di eleganza in più al vostro balcone. Se avete la possibilità riempite il balcone di piante lungo tutto il perimetro, altrimenti, limitatevi a creare un solo angolo verde bene curato e posizionate le altre piante solo i quelli che comunemente vengono chiamati “angoli vuoti”

Il tavolo da esterno

tavolo

Il tavolino da esterno è un tassello che assolutamente non deve mai mancare in un balcone che si rispetti. Piccolo o grande che sia all’interno di un balcone non può assolutamente mancare un tavolo d’appoggio.

Non temete se disponete di un piccolo balcone dovete anche voi munirvi di un tavolo. Se il balcone è piccolo, vorrà dire che anche il tavolo lo sarà.
Nei balconi piccoli, che siano rettangolari o quadrati, il must sono i tavolini con due sedie (4 se lo spazio lo permette).
La scelta del tavolino spetta, però, unicamente a voi, nel senso che, se avete addobbato la casa in stile shabby chic dovrete necessariamente optare un tavolino di ferro battuto rotondo con annesse sedie in ferro battuto. Se invece la vostra casa ha uno stile classico dovete optare per un tavolino in ferro e lavorazioni di marmo, se invece è un ambiente moderno potete sbizzarrirvi con il legno, plastica o qualunque altro materiale preferiate, noi suggeriamo sempre il legno. Per i balconi molto piccoli, inoltre, sono disponibili anche tavoli a muro che occupano la metà dello spazio di un tavolo a 4 piedi ma, vi permettono ugualmente di pranzare sul vostro balcone.

Se invece disponete di un balcone grande, ovviamente il gioco cambia. Potete decisamente sbizzarrirvi in modo diverso. Da tavli grandi a tavoli allungabili, altri bassi insomma, con molto più spazio a disposizione certamente sarà più facile.
Quello che consigliamo noi è sempre di non esagerare con le dimensioni del tavolo, deve essere da arredamento ma, non deve essere ingombrante.
Prediligete tavoli estendibili, con 4 o 6 sedie al massimo in modo da aprirlo e richiuderlo per ogni vostra esigenza. Noi consigliamo sempre il legno per i balconi, dona un tocco di classe ed eleganza unico. Ma andrà benissimo anche il rattan, sono materiali ideati per l’esterno quindi nessun problema.

Pouf e cuscini

Nell’eventualità in cui il vostro balcone si a troppo piccolo anche per un piccolo tavolino pieghevole a muro, potere scegliere l’opzione pouf e cuscini da esterno.
Riproducete un piccolo angolo orientale, un tavolino basso e piccolino, con dei cuscini in terra. Oppure dei grossi pouf dove potervi sedere all’esterno e godervi una bella serata d’estate anche con un piccolo balcone. Ornate magari vostro angolo con una luce soffusa ed il gioco è fatto.
Ricordate, non importa avere un grande balcone, ma bisogno adoperarsi di buon gusto e tanta inventiva.

Salotto da esterno

Se invece, al contrario godete di un balcone grande, paragonabile ad un terrazzino, quello che vi suggeriamo di fare è di creare due ambienti separati.
Da un lato il tavolo estendibile che vi abbiamo suggerito al punto 2, mentre dall’altro potrete ricreare un piccolo salottino da esterno.
I due ambienti non devono essere necessariamente collegati, potete usare anche colori e materiali diversi proprio per tenerli separati e dare loro diverse destinazioni d’uso.
Se invece non avete spazio per metterli entrambe allora scegliete uno dei due ma, se optate per il salotto, non deve assolutamente mancare il tavolino da appoggio centrale.

Luce a lanterna

Altro tocco di classe che proprio non può mancare all’interno del vostro balcone è la luce a lanterna.
Appesa alla parete se avete un balcone piccolo o medio grande.
Stile lampione Londra anni ’20 se invece godete di un terrazzo molto più grande.
La luce a lanterna, per quanto possa sembrare insignificante come dettaglio, donerà al vostro ambiente un elemento magico, raffinato, elegante.
Fidatevi che chiunque entrerà sul vostro balcone noterà il tocco di classe.
Non importa di che colore vogliate metterla, l’importante è che si intoni perfettamente con il vostro balcone.

Giardino verticale

giardino verticale

Il giardino verticale è una nuova moda. Grazie a questo piccolo tocco di classe riuscirete a dare al vostro balcone un tocco di verde, tanto ossigeno e tutto senza togliere ulteriore spazio vivibile.
Questa idea è perfetta per i balconi piccoli. Per i balconi stretti e lunghi, per quelli quadrati e per quelli piccolissimi.
Per creare un giardino verticale non avrete bisogni di alcuna magia. Vi basteranno pochi strumenti e tanta fantasia per la scelta delle piante ed il gioco è fatto.
Allora, innanzitutto dovete creare una sorta di fioriera a muro. Se avete il muro esterno potete scegliere di montare dei semplici pali orizzontali di ferro distanziati 15/20 cm dal muro. Mettetene 2, 3 o 4, a seconda delle dimensioni del vostro balcone. Più piccolo è meno sbarre consigliamo di mettere. Tra una sbarra e l’altra (poste tutte in orizzontale una sotto l’altra) consigliamo di lasciare almeno 50 cm, così se decidete di usare piante a cascata non si intaccheranno l’una a l’altra.
Poi prendete delle fioriere con i ganci ad u e appendetele alle vostre sbarre.

Un altro metodo può essere quello di utilizzare delle fioriere a muro utilizzando le cassette di legno della frutta (per questo vi suggeriamo di leggere il nostro articolo sul “fai da te“).
La scelta dei fiori è personale. Noi consigliamo piante sempre verdi in modo da avere sempre un balcone fiorito ma, qualunque pianta vi dia piacere andrà bene.

Il pavimento

Altro dettaglio importante per l’arredamento del vostro balcone è la scelta del pavimento. Vi starete domandando, devo smantellare il mio pavimento e metterne uno nuovo ? No, assolutamente no. Troppa fatica, troppi soldi spesi e soprattutto troppa polvere in casa.
Molto spesso i balconi sono costruiti con delle semplici mattonelle che, con la prima pioggia, si opacizzano dando al pavimento l’idea di sporco.
Le soluzioni, economiche e pulite, per la scelta del tappeto possono essere molteplici.
Ad esempio, per alcuni terrazzi, ultimamente ha preso piede la moda del “prato inglese”. Vi starete domandando come mettere del prato inglese sul balcone. Molto semplice, sono disponibili in molti store fisici ed online dei tappeti erbosi che riproducono fedelmente un prato ben curato. La nota positiva è che, a differenza del prato, questo dovrete solo ogni tanto spazzarlo con l’aspira polvere.
Oppure, potete scegliere uno dei tanti pavimenti in legno “laminato” da installare sopra al vostro pavimento attuale.
O ancora, un pavimento di legno. Con l’uso di tasselli componibili. Insomma, le idee sul pavimento esterno sono veramente tante. Basta avere un tocco di fantasia e sceglier il pavimento più in armonia con l’arredamento scelto.
E’ ovvio che se abitate in una residenza storica o avete a disposizione un pavimento molto pregiato non dovrete assolutamente coprirlo, anzi, valorizzatelo.

Panca da seduta/contenitore

Molte volte il balcone rischia di diventare un deposito di tutti gli strumenti che utilizzate, magari, per la cura del balcone stesso.
Ed ecco qui che molto spesso si trovano sottovasi, innaffiato, vasi, secchi, piccoli strumenti per lavorare la terra dei fiori e chi più ne ha più ne metta.
Molto spesso non sappiamo veramente dove conservare tutto e così, di norma, si crea un angolo con tutto il disordine rovinando l’atmosfera del balcone.
La soluzione utile, pratica e bella esteticamente è quella di costruire o comprare una panca porta oggetti che, da chiusa, con due cuscini sopra, funga anche da seduta per il vostro balcone.
E’ una idea veramente rivoluzionaria, all’interno potete mettere tutte le vostre cianfrusaglie e, una volta chiusa, sembrerà tutto in ordine, anzi, avrete recuperato anche una seduta in più per quando invitare i vostri amici a fare due chiacchiere sul balcone.

Copertura per elettrodomestici

chiusura elettrodomestici

In molte casa moderne si è scelto di installare lavatrice e asciugatrice sul balcone. Un poco per mancanza di spazio utile in casa, oppure per evitare che i rumori, gli odoro e i calori entrino in casa creando un’atmosfera invivibile.
Fatto sta che, spesso, lavatrice, cesta dei panni sporchi, asciugatrice e quant’altro sono riposti all’esterno. Tuttavia, per avere un balcone bene arredato è assolutamente vietato lasciare in bella visione gli elettrodomestici sul balcone. Occorrerà creare una copertura che vi permetterà di avere l’efficenza di una lavanderia esterna e un balcone esteticamente impeccabile.
Quello che dovete fare è di creare, ad esempio, una intera parte dedicata alla lavanderia e chiuderla con una porta in plastica o cartongesso.
Oppure, potete scegliere di costruire una copertura in legno sulla vostra lavatrice con uno sportello che vi permetta di usarla quando volete. Sulla struttura in legno potete mettere dei vasi con dei fiori così da riutilizzare ogni spazio.

Spazzatura

Ultimo, ma non per importanza, la spazzatura sul balcone. Con l’avvento della raccolta differenziata, necessaria per la salvaguardia del nostro pianeta, sono arrivati nelle nostre casa una quantità di bidoni dell’immondizia che ci costringe, spesso, a tenerli sparsi per il balcone. Tuttavia, quello che vi abbiamo sempre suggerito, è di evitare di sottovalutare i dettagli.
Quindi, non lasciate bidoni in bella vista ma, al contrario, create una piccola isola ecologia sul vostro balcone. Mettete i bodoni tutti nello stesso punto e create o una copertura con delle rotelle oppure, una panca contenitore che contenga i vostri bidoni così da tirarli fuori solo all’utilizzo necessario.

Bene, adesso che avete a disposizione questi 10 consigli su come arredare il vostro balcone non avrete più scuse per invitare i vostri amici e godervi con loro una fantastica serata su un balcone perfettamente arredato.

Non dimenticate di lasciare un commento con la scelta che avete fatto e facendoci sapere come vi site trovati con i nostri consigli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here